IMC!


Contenuti


Foto

 







Curiosando...
Novita  Novità Link  Link Blog  Blog English  Español 

Giovanni Pascoli

Pioggia

Parafrasi e analisi del testo

Il gallo cantava al buio di aia in aia. La cornacchia gracidò nel bosco: il sole , che si mostrava a spiragli , rese dorata la nebbia diffusa nella macchia di bosco, poi si nascose e piovve a catinelle. Poi , in mezzo ai canti delle raganelle , guizzò sui campi un raggio di sole lungo e giallo. I rondinotti d'estate si stupivano di quello scendere di gocce di pioggia sottili come spilli: era un brusio mischiato a deboli scrosci di pioggia, già si formavano larghe pozze d'acqua per terra, e poi il picchettio delle gocce divenne fitto, le gocce incominciarono ad interrompersi , come un singhiozzo e infine si fecero rade: sembravano gocce d'oro in coppe di cristallo.

Dal punto di vista metrico , la poesia è costituita da endecasillabi ed è una ballata minima , così definita perchè il ritornello, il primo verso, è costituito appunto da un unico verso. Ciascuna strofa , formata da sei versi , è divisa in una prima parte, la fronte, e in una seconda, la volta. Ciascuna fronte è costituita dai primi quattro versi della strofa, in rima alternata tra di loro. La volta di ogni strofa è invece costituita dagli ultimi due versi, il primo dei quali in rima baciata con l'ultimo della fronte, e il secondo in rima con il ritornello.

La poesia descrive un ambiente rurale e per questo contiene vari vocaboli onomatopeici, che servono a meglio rendere l'atmosfera, come "gracidò", "cornacchia" (v2), "brusio" (v10), "singhiozzi" (v12).

Il testo si apre con il ritornello, che introduce il tema e l'atmosfera di tutta la poesia : "Cantava al buio d'aia in aia il gallo". L ' immagine è probabilmente collegata al proverbio toscano , sicuramente conosciuto dall'autore : "Se il gallo canta fra le tre e le quattro (di notte), il tempo è guasto". In tal modo si comprendono il tema della poesia , ossia la descrizione di una pioggia, il luogo della descrizione, la campagna , poichè il gallo si trova su un'aia, e il tempo, il mattino presto, poichè il gallo canta al buio.

La fronte della prima strofa della ballata è dedicata alla descrizione della natura prima della pioggia, alternando sensazioni visive e uditive. Prima la sensazione uditiva, il gracchiare di una cornacchia (v2), poi le sensazioni visive: il sole che si mostra solo in parte attraverso le nuvole, colora di giallo la nebbia e poi si nasconde (v3/5). In conclusione della fronte inizia la pioggia, che appare improvvisa e molto abbondante : "e piovve a catinelle" (v5). Nonostante ciò , la descrizione conserva un tono idilliaco e fantastico e la pioggia non contrasta con la natura , non è una forza distruttrice, come invece in altra poesie della stessa raccolta, come il "Lampo" e il "Tuono", ma anzi è in sintonia con essa e contribuisce a conferirle un tono magico e surreale.

Nella volta della prima strofa ricompare ancora l'alternanza tra sensazioni visive e uditive: come nella fronte della strofa , dapprima compare la sensazione uditiva, le raganelle (v.6), per le quali il poeta non utilizza il verbo gracidare, ma cantare, donando così alla scena un tono ancora più ameno. Poi la sensazione visiva: un raggio di sole che guizza sui campi (v7).

La seconda strofa si apre, come la prima , con la figura di animali, dei rondinotti che si stupiscono per la pioggia sottile (vv. 8-9). Il poeta riprende quindi l'alternanza tra sensazioni uditive e visive, questa volta non più divise per versi, ma inserite insieme nello stesso verso. Ciò , unitamente all ' assenza di segni di punteggiatura, contribuisce a dare un senso di continuità , di rapido susseguirsi delle fasi della pioggia : la pioggia fitta, le pozzanghere, l'attenuarsi della pioggia, la sua intermittenza, la sua fine. (vv 10/12).

La scena si chiude con l'immagine , nell'ultimo verso , di una natura fantastica e magica appena dopo la pioggia: la natura, ricoperta di pioggia, brilla come cristallo alla luce del sole, che rende dorate le gocce .

Valid HTML 4.01 Transitional
E-Mail - 2.29 ms

Valid HTML 4.01 Transitional