IMC!


Contenuti


Foto

 







Curiosando...
Novita  Novità Link  Link Blog  Blog English  Español 

Giuseppe Parini

La salubrità dell'aria

Parafrasi

Oh felice terra del mio amato lago Pusiano, ecco che infine mi accogli in te; e mi circondi dell'aria nella quale nacqui; e innondi il petto desideroso di respirarla!

Questa aria vivace, che guarisce gli spiriti malati, rinnova le forze e rallegra l'animo, già si sospinge e scende nei grandi polmoni.

Perchè lo scirocco nocivo qui non soffia; e protegge il bel paese una catena di alte montagne, che la tramontana, che ha rigide ali, non riesce a oltrepassare.

Né qui si trovano paludi che dal letto malsano mandano alle estremità non protette nuvole infettate di malattie; e il mezzogiorno asciuga ai bei colli i dorsi umidi.

Che muoia colui che per primo espose la mia città alle acque sgradevoli e ristagnanti e al maleodorante fango; e per guadagnare non si curò della salute dei cittadini.

Sicuramente quella persona ora è invischiata nell'orribile fanghiglia del fiume Stige, dal quale alzando la faccia impreca contro il fango e l'acqua che gli piacque raccogliere.

Guarda tra il riso maledetto i coltivatori malati che hanno dipinto in viso un pallore mortale; e tu, o cittadino, trema, perchè sopporti che il riso sia coltivato nelle vicinanze della città.

Io trascorrerò i miei giorni tra la gente felice, sana e robusta anche se carica di fatiche, dei miei colli salubri nel bel clima incontaminato.

Qui, con la mente libera, circondato da acque pure, al fresco sotto l'ombra celebrerò con i versi i contadini vivaci e agili sparsi per i campi coltivati;

e canterò ancora le membra sempre stanche dietro al grano che cresce, i robusti fianchi delle contadine ardite, il bel volto allegro tra il marrone e il rosso;

dicendo: " Oh genti fortunate, che in un clima mite respirate questa aria, ventilata e purificata sempre da venti passeggeri e da limpidi ruscelli!

La natura diede con generosità un cielo terso e un'aria pura alla città superba; ma ora chi conserva i bei doni, tra il lusso, l'avarizia e la sciocca pigrizia?

Ahi! Non bastò che avesse intorno putridi stagni; ma addirittura sotto le sue stesse mura portò i maledetti ruscelli a marcire sui prati per contaminare l'aria.

E la salute comune fu sacrificata per il desiderio di ambiziosi nobili, che poi passano per le strade con crudeltà e fasto, facendo cadere il popolo.

A voi il timo, il croco e la menta selvatica diffondono in aria vari profumi per ogni luogo, che con dolci e care sensazioni stimolano le narici.

Ma ai piedi dei grandi palazzi una gran quantità di letame fermenta e infetta con esalazioni nocive l'aria immobile, che rimane a ristagnare tra le case alte.

Qui le case dei poveri versano dai vasi da notte fonti, che recano disturbo al pubblico, di liquidi marci e malvagi, dai quali il vapore si diffonde e viene inspirato assieme al fiato.

Animali morti, abbandonati per le vie affollate, riempiono i giorni estivi di esalazioni malsane, spettacolo che provoca ribrezzo al cittadino che sta camminando.

Appena è sceso il sole, navazze vaganti con aperture spalancate percorrono ogni strada della città, che quando si sveglia, respira l'aria nociva.

Le gride vietano ciò, è vero; e Temi, dea della giustizia, osserva con sguardo bieco; ma la pigrizia dell'individualista bada solo ai propri interessi. Sciocco! E non vuoi vedere nel danno comune il tuo proprio? "

Ma dove corro e mi allontano, lontano dalle belle colline, dal bel lago e dalle piccole contadine, alle quali l'aria così viva e pura fa ondeggiare il petto?

L'ispirazione poetica va per una via trascurata dagli altri poeti, cercando sempre l'utile, perchè è felice solo quando può unire l'utile all'orgoglio di un canto armonioso.





Commenti

1 - AnonimoVen 12 Feb 2016 - 12:33:36  

In alcune parti è fatta meglio del mio libro di italiano, complimenti!


2 - AnonimoGio 29 Gen 2015 - 20:21:42  

Da paura sto parafrasi . ;)


3 - AnonimoDom 11 Gen 2015 - 15:10:59  

ottima parafrasi davvero...grazie


4 - AnonimoMar 18 Mar 2014 - 17:17:07  

sempre d'aiuto grazieee


5 - AnonimoMar 08 Gen 2013 - 17:22:46  

grazie xk mi serviva pure la prafrasi


6 - AnonimoLun 16 Gen 2012 - 16:14:51  

bella!


7 - AnonimoLun 19 Dic 2011 - 21:33:41  

la poesia è salubrità dell'aria e non saluvrità dell' aria .c'è un errore di battitura nel titolo!!!


Scrivi un commento

Pui scrivere quì sotto un commento all'articolo che hai appena letto. Non sono abilitate smile, immagini e link. La lunghezza massima del commento è 4000 caratteri. La buona educazione è benvenuta, tutti i commenti offensivi saranno cancellati.

Your comment (lascia bianco!):
Utente (max 25 caratteri, obbligatorio)
Sito web (max 255 caratteri, facoltativo)
e-Mail (max 255 caratteri, facoltativa, non sarà pubblicata) Your opinion (lascia bianco!):
Commento (max 4000 caratteri, obbligatorio):





Valid HTML 4.01 Transitional
E-Mail - 4.18 ms

Valid HTML 4.01 Transitional