IMC!


Contenuti


Foto

 







Curiosando...
Novita  Novità Link  Link Blog  Blog English  Español 

Giuseppe Parini

Il Mattino - Il giovane signore inizia la sua giornata

Parafrasi

Giovane signore, ascolta me, che sono maestro di buone maniere, sia che il tuo sangue purissimo e divino discenda da una lunga serie di nobili antenati, sia che il titolo nobiliare o le ricchezze raccolte con l'agricoltura o con i commerci dal padre parsimonioso correggano la mancanza di sangue nobile. (vv 1-7)

Ora io ti insegnerò come trascorrere questi noiosi e lunghi giorni della vita, che sono accompagnati da una così grande monotonia e da un così tanto insopportabile fastidio. Imparerai quali dovranno essere le tue preoccupazioni al mattino, dopo mezzogiorno e alla sera, se nel tuo oziare avrai tempo di ascoltare i miei versi. (vv. 8-15)

Il mattino sorge in compagnia dell'alba, prima del sole, che poi appare grande all'orizzonte a rallegrare gli animali, le piante, le terre e i mari. Il quel momento il buon contadino si alza dal caro letto che di notte è stato intiepidito dalla sposa fedele e dai suoi figli minori; poi, portando sulle spalle gli attrezzi sacri, creati per la prima volta da Cerere e da Pale, dee dell'agricoltura e della pastorizia, va lentamente con il bue verso il campo, e lungo il piccolo sentiero scuote dai rami ricurvi la rugiada, che, quasi come una gemma, rifrange i raggi del sole. In quel momento si alza il fabbro, riapre l'officina ricca di rumori e riprende i lavori non terminati il giorno precedente, sia che costruisca per il ricco preoccupato chiavi difficili da contraffare e congegni di ferro per rendere sicure le sue casseforti, sia che voglia incidere gioielli e vasi d'oro e d'argento come ornamento di nuove spose o delle mense. (vv. 33-52)

Ma come? Tu inorridisci sentendo le mie parole, e mostri in testa, come se fossi una istrice pungente, i capelli irti? Ah, non è questo, signore, il tuo mattino. Tu al tramonto non ti sei seduto alla tavola povera di cibi, e ieri, alle luce del tremolante crepuscolo, non sei andato a dormire in un duro letto, come è condannato a fare il popolo umile. (vv. 53-60)

A voi, figli del cielo, a voi, adunanza di semidei in terra, il generoso Giove concesse un altro destino, e a me conviene guidarvi per una nuova strada con altre arti e leggi. (vv. 61-64)

Tu sei stato alzato fino a tardi tra le veglie, il teatro dell'opera e il gioco che da forti emozioni; e infine stanco in una carrozza dorata, con il rumore di ruote calde e rapide e il calpestio di veloci cavalli da corsa, hai agitato per un lungo tratto la tranquilla aria notturna, e hai aperto le tenebre con le fiaccole levate in alto, così come Plutone fece rimbombare la Sicilia da un mare all'altro con il carro davanti al quale splendevano le torce delle Furie, che hanno serpi come capelli. (vv. 65-76)

Così sei tornato a casa; ma qui ti attendeva con una nuova occupazione la mensa, che era ricoperta da appetitosi cibi e prelibati vini delle colline francesi, spagnole o toscane, oppure una bottiglia di tokai ungherese, alla quale Bacco concedette una corona di edera verde, e disse: "Siediti, regina delle mense". Infine il Sonno in persona ti ha sistemato il letto, dove, dopo averti accolto, il fedele servo ha tirato le tendine di seta; e ti ha chiuso gli occhi il canto del gallo che di solito li apre alle altre persone. (vv. 77-89)

Già i servi aggraziati hanno sentito lo squillo del campanello vicino a loro, scosso da lontano dalla tua mano attraverso un movimento trasmesso con una corda; sono accorsi a spalancare le imposte che si oppongono alla luce, e sono stati molto attenti che Febo, il sole, non osasse entrare direttamente nei tuoi occhi, dandoti fastidio. Ora ti alzi un po', e così ti appoggi ai cuscini, che, scendendo dolcemente, ti fanno da soffice appoggio alle spalle. Poi scorrendo l'indice destro con molta leggerezza, dilegui ciò che resta della nebbia Cimmeria, il sonno; e formando con le labbra un piccolo arco, bello da vedere, sbadigli. Oh se ti vedesse compiere un gesto così aggraziato il rozzo capitano quando, storcendo le labbra, lancia in battaglia un grido che lacera anche le orecchie più resistenti, impartendo ordini alle truppe; se in quel momento ti vedesse, sicuramente avrebbe vergogna di sé più di quanta ne ebbe Minerva il giorno in cui, suonando il flauto, vide in uno specchio d'acqua il brutto aspetto delle sue guance gonfie. (vv. 101-124)

Ma già vedo entrare di nuovo il tuo servo ben pettinato; ti chiede quale delle solite bevande oggi tu preferisca bere nelle tazze preziose, tutte merci e bevande provenienti dalle Indie; scegli quella che più desideri. Se oggi preferisci dare allo stomaco un gradevole tepore, in modo che il calore naturale vi bruci in giusta misura, e ti aiuti a digerire, scegli la cioccolata scura, della quale ti fanno dono i Guatemaltesi e i Caraibici, che hanno i capelli avvolti di piume come i barbari; ma se una noiosa tristezza ti opprime, o cresce troppo grasso intorno alle tue membra graziose, rendi onore con le tue labbra al nettare dove fuma e

brucia tostato il seme arrivato a te da Aleppo e da Moka, città superba per le mille navi che sempre la affollano. (vv. 125-143)

Certo fu necessario che un regno, la Spagna, uscisse dai suoi antichi territori, e con navi ardite superasse i confini da tempo rimasi inviolati, tra tempeste in mari stranieri, nuovi mostri, paure, rischi e privazioni inumane; ed è giusto che Cortes e Pizarro non giudicarono umano il sangue che scorreva negli uomini d'oltre oceano, per cui, con armi da fuoco che tuonavano e fulminavano, rovesciarono dai loro antichi troni i re aztechi e i valorosi Incas; perchè in questo modo giunsero al tuo palato, o gemma degli eroi, nuove delizie. (vv. 144-157)





Inserire la password di amministratore:



Password:

Riga:



Commenti

1 - AnonimoMer 08 Feb 2017 - 16:08:47  

Serve fino a 365


2 - Carlo CDom 27 Nov 2016 - 17:50:48  

Gentilissimi, grazie mille è stata fondamentale. A quel coglione che ha bestemmiato nel commento dico solo che la poesia non è per lui, il primo porco sei tu!


3 - AnonimoGio 15 Set 2016 - 11:52:00  

Porco dio manca un pezzo. Animali


4 - AnonimoDom 17 Apr 2016 - 10:35:26  

Swag


5 - AnonimoLun 04 Apr 2016 - 16:09:14  

mi serve fino al verso 186


6 - AnonimoMar 01 Mar 2016 - 09:23:33  

questa parafrasi è molto PETALOSA !!!


7 - AnonimoLun 18 Gen 2016 - 18:00:41  

decente


8 - AnonimoVen 04 Dic 2015 - 09:19:16  

bella


9 - AnonimoLun 18 Mag 2015 - 16:33:30  

fanculo


10 - AnonimoMar 07 Apr 2015 - 20:07:58  

Whites ha copiato da qui


11 - AnonimoMar 07 Apr 2015 - 20:07:24  

Whites ha copiato da qui


12 - AnonimoMar 07 Apr 2015 - 20:02:22  

Ooooo


13 - AnonimoMar 20 Gen 2015 - 16:47:04  

So che è un post vecchio. Ma qualcuno riuscirebbe a trovare i versi mancanti?


14 - AnonimoLun 12 Gen 2015 - 16:20:29  

Ben fatta questa parafrasi grazie!!


15 - AnonimoMer 24 Dic 2014 - 13:34:00  

A ME SERVE FINI A 360


16 - AnonimoMer 24 Dic 2014 - 13:34:00  

A ME SERVE FINI A 360


17 - AnonimoMer 24 Dic 2014 - 13:33:59  

A ME SERVE FINI A 360


18 - AnonimoMer 24 Dic 2014 - 13:33:58  

A ME SERVE FINI A 360


19 - AnonimoVen 26 Set 2014 - 15:46:54  

bellissimo la parafrasi più bella del mondooooooooo


20 - AnonimoDom 06 Apr 2014 - 16:33:30  

ben fatta, ma i versi da 16 a 32?


21 - AnonimoGio 03 Apr 2014 - 09:50:06  

grazie


22 - AnonimoDom 09 Mar 2014 - 21:17:27  

Fatta veramente bene questa parafrasi complimenti


23 - AnonimoLun 20 Gen 2014 - 04:12:24  

alla grandine


24 - meckGio 14 Nov 2013 - 17:29:52  

grazie milleeeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!


25 - AnonimoVen 29 Mar 2013 - 16:41:26  

manca dal vv 90-100


26 - AnonimoMer 23 Gen 2013 - 18:03:03  

sei un grande ti stimo


27 - AnonimoLun 21 Gen 2013 - 10:49:45  

sapete se c'è la parafrasi completa dell'opera del giorno?


28 - blink-182Dom 27 Mag 2012 - 18:45:51  

Ben fatta, ma perché c'è un buco dal verso 15 al verso 32?


29 - AnonimoVen 18 Mag 2012 - 16:21:14  

Mi é servita molto nell interrogazione


30 - ErikaDom 22 Apr 2012 - 16:21:08  

Grazie mille, parafrasi molto ben fatta! Mi è stata molto d'aiuto per correggere alcune imprecisioni.


31 - MichaelSab 14 Apr 2012 - 19:09:16  

Finalmente una parafrasi fatta decentemente! Non se ne trovano si simili in giro per il web, questa è davvero fatta bene e per questo sarebbe bruttissimo se andasse perduta. Complimenti per la bravura!


32 - AnonimoVen 13 Apr 2012 - 22:48:01  

bene bene bene......questa parafrasi è fatta molto bene ;)


33 - AnonimoMar 10 Gen 2012 - 19:44:19  

grazie ma nn sò neanke se è quella che mi serve vabbè ci provo...


34 - AnonimoDom 29 Mag 2011 - 07:55:39  

romantico. in fondo, un moralista che giocava alla volpe e l'uva. sapremmo tutti cosa farcene di "...appetitosi cibi e prelibati vini delle colline francesi, spagnole o toscane, oppure una bottiglia di tokai ungherese, alla quale Bacco concedette una corona di edera verde.."
come dello yot con le ballerine. avete perso, stronzetti, e ora siete rovinati. nessuno ha yot e ballerine, e quelli che li hanno non ci vanno mai. dunque? ovviamente questo no basta ed esageri oltre l'immaginabile rispetto a queste quisquilie da attempato:
Tu sei stato alzato fino a tardi tra le veglie, il teatro dell'opera e il gioco che da forti emozioni; e infine stanco in una carrozza dorata, con il rumore di ruote calde e rapide e il calpestio di veloci cavalli da corsa, hai agitato per un lungo tratto la tranquilla aria notturna, e hai aperto le tenebre con le fiaccole levate in alto, così come Plutone fece rimbombare la Sicilia da un mare all'altro con il carro davanti al quale splendevano le torce delle Furie, che hanno serpi come capelli. (vv. 65-76)
e poi stai bene, pensando, che in fondo, qualcuno ti sta invidiando. hahahahaha


35 - AnonimoLun 09 Mag 2011 - 15:17:41  

bellaaa


36 - AnonimoGio 10 Mar 2011 - 10:37:54  

Grazie mille...Utilissimo e ben fatto ;)


37 - AnonimoSab 05 Mar 2011 - 21:39:19  

complimenti


38 - AnonimoDom 27 Feb 2011 - 16:36:29  

Questa é una versione in prosa, non una parafrasi. Percioo diciamo che é una granbella versione in prosa !


39 - ValeMar 25 Gen 2011 - 17:55:22  

Non continua?;(
E' fatta splendidamente.
Complimenti


40 - AnonimoVen 21 Gen 2011 - 17:16:16  

veramente è stata fatta molto bene questa parafrasi...complimenti e grazie!!!


41 - AnonimoMer 12 Gen 2011 - 16:46:21  

bella


42 - AnonimoDom 19 Dic 2010 - 18:48:18  

ma xkè nn continua fino al verso 203?? . . era proprio quello ke mi serviva! . . cmq complimenti x la parafrasi.


43 - AnonimoMer 15 Dic 2010 - 19:31:21  

bravissimo,la migliore parafrasi letta in internet


44 - AnonimoMar 08 Giu 2010 - 15:35:21  

grazie


Scrivi un commento

Pui scrivere quì sotto un commento all'articolo che hai appena letto. Non sono abilitate smile, immagini e link. La lunghezza massima del commento è 4000 caratteri. La buona educazione è benvenuta, tutti i commenti offensivi saranno cancellati.

Your comment (lascia bianco!):
Utente (max 25 caratteri, obbligatorio)
Sito web (max 255 caratteri, facoltativo)
e-Mail (max 255 caratteri, facoltativa, non sarà pubblicata) Your opinion (lascia bianco!):
Commento (max 4000 caratteri, obbligatorio):





Valid HTML 4.01 Transitional
E-Mail - 4.15 ms

Valid HTML 4.01 Transitional