IMC!


Contenuti


Foto

 







Curiosando...
Novita  Novità Link  Link Blog  Blog English  Español 

William Shakespeare - Giulio Cesare, Atto III, Scena 2

L'orazione di Bruto e Antonio

Bruto: Romani, contadini e amanti! Ascoltatemi per la mia causa, e rimanete in silenzio, affinchè possiate ascoltare, credermi per il mio onore, e avere rispetto del mio onore, perchè voi possiate credere: giudicatemi con la vostra saggezza, e svegliate la vostra ragione, perchè possiate essere i migliori giudici.

Se c'è qualcuno in questa assemblea, qualcuno dei cari amici di Cesare, a lui io dico che l'amore di Bruto per Cesare non era minore del suo. Se, poi, quell'amico chiedesse perchè Bruto insorse contro Cesare, questa è la mia risposta. Non è che amo Cesare di meno, ma è che amo Roma di più. Sarebbe meglio che Cesare vivesse, e noi tutti morissimo schiavi, piuttosto che Cesare fosse ucciso, perchè noi tutti vivessimo come uomini liberi? Poichè Cesare mi ha amato, io piango per lui; poichè era fortunato, ho gioito per questo; poichè era valoroso, lo onoro; ma, poichè era ambizioso, lo uccisi. Ci sono lacrime per il suo amore, gioia per la sua fortuna; onore per il suo valore; e morte per la sua ambizione. Chi è qui così servile da essere schiavo? Se c'è qualcuno, parli, poichè io l'ho offeso. Chi è qui così incivile che non vorrebbe essere un Romano? Se c'è qualcuno, parli, poichè l'ho offeso. Chi è qui così vile che non amerà il suo paese? Se c'è qualcuno, parli, poichè l'ho offeso. Attendo una risposta.

Tutti: nessuno, Bruto, nessuno!

Bruto: Allora non ho offeso nessuno. Non ho fatto per Cesare nulla di più di quello che voi dovreste fare con Bruto. Il motivo della sua morte è registrato nel Campidoglio; la sua gloria non è sminuita, dove è stato meritevole; nemmeno ingigantite le sue offese, per le quali ha patito la morte.

Entrano Marco Antonio (e altri) con il corpo di Cesare

Ecco qui il suo corpo, portato in lutto da Marco Antonio, che, sebbene non c'entri nulla con la sua morte, può ricevere beneficio dalla sua morte, una carica pubblica nello stato, come chi di voi non può? Con questo concludo, perchè, dato che ho ucciso il mio migliore amico per il bene di Roma, io abbia lo stesso pugnale per me stesso quando piacerà al mio paese di aver bisogno della mia morte.

Tutti: vivi, Bruto, vivi!

Marco Antonio: Amici, Romani, contadini, prestatemi attenzione; io vengo per seppellire Cesare, non per elogiarlo. Il male che gli uomini compiono vive dopo di loro; il bene è spesso interrato con le loro ossa. Quindi lasciate che sia così per Cesare. Il nobile Bruto vi ha detto che Cesare era ambizioso. Se così era, era una colpa grave. E gravemente Cesare le ha risposto. Qui sotto il permesso di Bruto e dei rimanenti (poichè Bruto è un uomo d'onore, e così tutti gli altri, tutti uomini d'onore), io vengo a parlare al funerale di Cesare.

Era mio amico, fedele e corretto con me; ma Bruto dice che era ambizioso, e Bruto è un uomo d'onore. Aveva portato molti prigionieri a casa a Roma, i cui riscatti avevano fatto riempire le casse dello stato. In questo Cesare sembra ambizioso? Quando i poveri avevano pianto, Cesare aveva pianto; L'ambizione dovrebbe essere di una stoffa più dura. Tuttavia Bruto ha detto che era ambizioso; e Bruto è un uomo d'onore; Voi tutti avete visto che ai Lupercali per tre volte gli ho offerto la corona reale, che lui per tre volte ha rifiutato: era questa ambizione? Tuttavia Bruto dice che era un uomo ambizioso; e Bruto, sicuramente, è un uomo d'onore. Non parlo per confutare ciò che ha detto Bruto, ma sono qui per dire ciò che so. Una volta voi tutti lo avete amato, non senza motivo. Quale motivo, dunque, vi trattiene dal lamentare la sua morte? Oh giudizio, tu sei fuggito verso le bestie più selvagge. E gli uomini hanno perso la loro ragione! Nasci con me; il mio cuore è nella bara con Cesare. E devo aspettare finché ritornerà indietro da me.





Commenti

1 - AnonimoDom 05 Feb 2017 - 00:16:55  

Buy Cheap Antabuse Online [url=http://bedrugs.net]viagra[/url] Evista Clomid Absence De Glaire Cervicale Propecia Lowest Price Canadian Buy Doxycycline Online Fast Delivery Aleve D And Xanax [url=http://cidovir.com]cialis buy online[/url] Canadian Pharamacy Legally Doryx With Next Day Delivery Pharmacy Price Acheter Viagra Pfizer 100 Mg Viagra De 100 Precio Robaxin Prix Cytotec France [url=http://drugseo.com]levitra on line[/url] Amoxicillin 250mg In Pregnancy Centurion Labratories [url=http://gaprap.com]Buy Viagra[/url] Propecia Pelo Amoxicillin For Impetigo Viagra Sildenafil Citrate Wirkung Men'S Health Pharmacy Viagra Priligy Necesita Receta Medica [url=http://cthosts.net]cialis[/url] Fluoxetine 40mg Over Night Cialis Farmacologia Price Of Cialis In Singapore


2 - Alberto Liguoro   SitoSab 18 Giu 2016 - 18:15:02  

Giulio Cesare è da considerare, senza ombra di dubbio, un importante personaggio della Storia dell'umanità.
Certamente è colui che diede l'impronta decisiva all'IMPERIALISMO ROMANO, ma esso PREESISTEVA all'assunzione della carica di DICTATOR e poi di IMPERATOR di Cesare.

Roma aveva già conquistato, in gran parte, l'Europa e il Mediterraneo.

L'epoca CLASSICA dell'antica Grecia, non ha nulla a che vedere con Roma. Essa era già finita, con la conquista della Magna Grecia da parte di Roma, e la caduta di Corinto.

E' assolutamente errato rivolgersi all'antichità come epoca GRECO-ROMANA.

Le Polis greche diffusero CIVILTA' nel Mondo, in TUTTI i CAMPI.

Anche Roma diffuse CIVILTA', soprattutto nel campo AMMINISTRATIVO, GIUDIZIARIO e MILITARE, ma CONTEMPORANEAMENTE, gettò il seme velenoso dell'AUTODISTRUZIONE del Pianeta e dei suoi abitanti, attraverso uno dei più devastanti NEMICI della vicenda umana: l'IMPERIALISMO, che si è perpetuato nei secoli, ed è giunto fino a noi, OGGI sotto forma di DOMINIO dei COLOSSI BANCARI e delle MULTINAZIONALI. (v.il mio pamphlet "Passi nel Cosmo e Mappa del Cosmo")


3 - AnonimoMer 04 Set 2013 - 00:43:07  

Ma davvero c'è gente che osa paragonare il grande Cesare a quel buffone di Berlusconi? Il potere economico e mediatico usati con astuzia non sono comparabili alla genialità che pervase la vita e la storia dei romani, dell'uomo all'epoca di Cesare.. Sono senza parole..


4 - helder adolf rozzoGio 17 Gen 2013 - 17:41:43  

Tutti noi vorremmo avere un avvocato come Bruto e come Marcantonio.
Nessuno al mondo ha mai avuto la saggezza di Shakespeare, tranne Dante e Dostoevski.Internet certo è una cloaca massima, in cui tutti credono di poter scaricare la merda di cui traboccano, come il verme che ha scritto schifo. Non vorrei averlo neppure per vicino di causa e gli auguro una morte di cancro anorettale. Non è degno di morire come Cesare, come Pietro non si riteneva degno della crocifissione. Mi viene la pelle d'oca tutte le volte che lo leggo. Le parole sono pietre, macigni,si scolpiscono e ti colpiscono. I nostri politici blaterano, ma nessuno di loro parla.


5 - AnonimoLun 26 Nov 2012 - 15:38:40  

Shakespeare è un grande. Cesare era un uomo colto, intelligente, e guardava lontano; l'uomo nuovo aveva capito che l'oligarchia che comandava Roma ormai non poteva confrontarsi con le sfide che l'imperialismo Romano stava portando avanti. C'era bisogno dell'uomo solo al comando. Aveva visto giusto. Quello che hanno fatto nei successivi 350 anni non lo hanno fatto nei precendenti 700.


6 - SchnurrbartDom 19 Ago 2012 - 00:58:23  

Chi "misura" gli uomini col metro o è un sarto, o è un costruttore di casse da morto.
Detto questo, la Storia ha già giudicato Bruto, Cesare, Marco Antonio...........per il resto, vedremo.


7 - FabioMar 24 Apr 2012 - 11:56:09  

.. ma fate sul serio ? Siete deliranti ...


8 - Anonimo   SitoDom 19 Feb 2012 - 14:49:19  

Caro "anonimo" forse dimentichi che i più grandi della Storia sono "nanetti" come dici tu: Cesare, Napoleone, Vittorio Emanuele, Einstein, Mussolini, ecc... FORSE ROSICHI??? O sei solo offensivo, come d'altr'onde sono i tutti i tuoi pari, che sanno solo offendere ed aggredire??? Nel '68 davanti alle sedi del M.S.I. c'erano cordoni di Polizia a difendere chi la pensava differentemente da quelli che stavano nelle sedi del P.C.I., dove non c'era altro che una camionetta della Celere a protezione. Da che parte arriva l'aggressione???


9 - UNO CHE SI REPUTA OBIETTDom 19 Feb 2012 - 14:41:29  

Caro "Anonimo", siamo stanchi di queste frasi ormai trite: "sparare" su Berlusconi è diventata più una moda che una convinzione. Nella frase "purtroppo nessuno è come Bruto" è palese una voglia di fare fuori FISICAMENTE Berlusconi e secondo me chi gestisce questo forum dovrebbe intervenire e cancellarti. Questa è vera e propria istigazione alla violenza, tipi come te andrebbero censurati e se non viene fatto, allora vuol dire che approva quanto hai scritto e quindi qui non ho altro da dire!


10 - UNO CHE SI REPUTA OBIETTIDom 19 Feb 2012 - 14:31:35  

Cesare e Silvio, Bruto e Gianfranco/Pierferdinando: sì, è proprio così, corsi e ricorsi della Storia. I Signori Fini e Casini come se ne sono stati zitti quando il Cavaliere li ha messi a sedere alla Presidenza della Camera, ma poi come sputano nel piatto in cui hanno e stanno mangiando. Mussolini lo stesso: fino a quando ha fatto cose buone tutto o.k. poi sbaglia e tutto ciò che di buono che ha fatto viene dimenticato, ma non cancellato (un esempio il Sabato Fascista, fa comodo tenerlo). Facciamo proprio schifo!!!


11 - AnonimoMar 18 Ott 2011 - 18:26:31  

fa schifo


12 - AnonimoSab 17 Set 2011 - 23:58:37  

Lode a Bruto, Cassio e tutti i congiurati!
Quel nanetto aveva messo su un governo demagogico e voleva diventare console a vita, restaurando la monarchia.
Hanno fatto bene a dargli 33 pugnalate, anche se purtroppo come sappiamo non servì a molto, perché la guerra civile che ne seguì fu vinta dal nipote di Cesare.


13 - AnonimoDom 08 Mag 2011 - 16:23:29  

Giulio Cesare era un gran leader niente a che vedere con berlusconi ma sono convinto che se l'opposizione facesse il suo lavoro al posto di contrastare ogni azione berlusconiana per salire al potere senza avere un programma beh l'italia sarebbe ben diversa


14 - AnonimoGio 10 Feb 2011 - 08:48:53  

berlusconi non è solo ambizioso,gianfranco e ferdinando sono rispettabili, ma purtroppo nessuno dei due è come bruto.


15 - penso così   SitoVen 26 Nov 2010 - 23:08:39  

Corsi e ricorsi
Berlusconi è ambizioso
Gianfranco e Ferdinando sono rispettabili
http://www.youtube.com/watch?v=OLQv09DIBmc


Scrivi un commento

Pui scrivere quì sotto un commento all'articolo che hai appena letto. Non sono abilitate smile, immagini e link. La lunghezza massima del commento è 4000 caratteri. La buona educazione è benvenuta, tutti i commenti offensivi saranno cancellati.

Your comment (lascia bianco!):
Utente (max 25 caratteri, obbligatorio)
Sito web (max 255 caratteri, facoltativo)
e-Mail (max 255 caratteri, facoltativa, non sarà pubblicata) Your opinion (lascia bianco!):
Commento (max 4000 caratteri, obbligatorio):





Valid HTML 4.01 Transitional
E-Mail - 6.28 ms

Valid HTML 4.01 Transitional